recent answers

come si dice professore

In latino professore si dice magister

ciaooo

21 febbraio 2013 19:12
Voto positivo
0%
Voto negativo
0%

Ci sono dei limiti alla revisione della Costituzione?

Il solo limite esplicito alla revisione costituzionale è quello contenuto nell’art. 139, secondo cui la  forma repubblicana non può essere oggetto di revisione costituzionale, così come quello dell’art. 2  che qualifica inviolabili i diritti dell’uomo.

Ma la formula della 139 viene interpretata in senso  riassuntivo di ciò che evoca l’idea di Repubblica (eguaglianza formale e sostanziale, diritto di voto, possibilità di accedere ai pubblici uffici, libertà di manifestazione del pensiero, di riunione, di  associazione civile e politica, ecc.).

Dallo stesso disposto costituzionale vengono tratti, dalla  dottrina e dalla giurisprudenza costituzionale, alcuni principi ritenuti supremi quali limiti impliciti della revisione e quindi immodificabili (rappresentatività degli organi fondamentali, unità e  indivisibilità della Repubblica, ecc.); infine è considerato principio supremo dell’ordinamento quello relativo all’aggravamento del procedimento di revisione costituzionale rispetto all’ordinario  procedimento legislativo. 

21 febbraio 2013 18:59
Voto positivo
0%
Voto negativo
0%

Come è formato un cromosoma?

Un cromosoma è formato da 2 bastoncelli, detti cromatidi o cromosomi figli, uniti in un punto detto centromero.

I cromosomi si classificano in base alla posizione del centromero in:

- metacentrici (col centromero che si trova all’incirca a metà dei cromatidi) ,

- acrocentrici (col centromero che si trova ad un’estremità),

- submetacentrici (col centromero in una posizione intermedia fra il centro e l’estremità).

21 febbraio 2013 18:59
Voto positivo
0%
Voto negativo
0%

Quanti cromosomi ci sono nelle cellule umane?

Nelle cellule umane ci sono 46 cromosomi:

44 cromosomi sono detti somatici o autosomi e sono disposti in 22 coppie + 2 cromosomi sessuali.

I restanti due cromosomi sono quelli sessuali e sono uguali nella donna, tutti e due del tipo X, detti così a causa della forma.

L’uomo possiede un solo cromosoma sessuale del tipo X + un altro cromosoma di forma differente detto Y.

21 febbraio 2013 18:59
Voto positivo
0%
Voto negativo
0%

La Corte Costituzionale può emettere sentenze interpretative? E di quali tipi?

 La Corte può emettere sentenze interpretative che possono essere:  

• Sentenze interpretative di accoglimento: quando dal testo interpretato si ricava dalla  Corte una norma in contrasto con la Costituzione  

• Sentenze di accoglimento parziale: quando la Corte scompone la portata normativa di  un testo e ne dichiara l’incostituzionalità nella parte in cui significa alcune cose e non  altre  

• Sentenze interpretative di rigetto: quando dal testo interpretato la Corte ricava una norma che ritiene conforme alla Costituzione  

• Sentenze additive: che dichiarano incostituzionali le omissioni del legislatore, statuendo  l’incostituzionalità della legge nella parte in cui non prevede qualcosa che invece avrebbe  dovuto prevedere  

• Sentenze sostitutive: che dichiarano l’incostituzionalità della legge nella parte in cui si  prevede qualcosa anziché un’altra  

• Sentenze interpretative correttive: dirette a trarre dal testo una norma diversa  erroneamente supposta  

• Sentenze interpretative adeguatrici: con le quali la Corte trae dalla disposizione  legislativa, combinandola con le norme costituzionali, un senso compatibile con la  Costituzione  

• Sentenze additive di principio: con le quali viene dichiarata l’incostituzionalità di una  norma nella parte in cui non prevede qualcosa che dovrebbe prevedere, ma la Corte,  invece che integrare la legge con la norma “mancante”, si limita ad aggiungere il  principio al quale il legislatore dovrà ispirare la sua azione  

• Sentenze manipolative: con le quali la Corte modifica, integra, sostituisce il disposto  della legge o di un atto aggiungendone qualcosa o un principio  

• Sentenze auspicio: con le quali la Corte, pur denunciando la inadeguatezza della  normativa impugnata rispetto alle prescrizioni costituzionali, si limita a manifestare il  desiderio di una revisione legislativa  

• Sentenze-monito: con le quali la Corte pone principi e da indicazioni al legislatore, non  soltanto sul piano della legittimità costituzionale, ma a volte avvertendo che l’inerzia del  legislatore porterà ad una successiva pronuncia di incostituzionalità della disposizione  impugnata  

• Sentenze di incostituzionalità provvisoria: con le quali la Corte dichiara espressamente  costituzionalmente legittime norme transitorie in ragione della loro provvisorietà e al  contempo invita il legislatore a riordinare la materia pena una successiva sentenza di  accoglimento  • Sentenze di incostituzionalità accertata ma non dichiarata: con le quali la Corte, pur  dichiarando espressamente l’incostituzionalità della legge impugnata, non conclude per  l’accoglimento della questione, ma decide per non annullare la legge stessa, ma al  contempo esorta il legislatore a provvedere in tempi brevi a ridisciplin

21 febbraio 2013 18:59
Voto positivo
0%
Voto negativo
0%

Qual'è la procedura in Italia per la revisione costituzionale?

Il procedimento di revisione costituzionale si compone delle stesse fasi in cui si articola il normale procedimento  legislativo:

• Fase dell’iniziativa: vale al riguardo l’art. 71 che attribuisce il potere di iniziativa  legislativa sia al governo che ai singoli membri delle Camere, oltre che al popolo e agli  organi ed enti ai quali sia conferita da legge costituzionale  

• Fase deliberativa: la prima proceduta consiste nell’adozione delle leggi costituzionali da  parte di ciascuna Camera con 2 successive deliberazioni ad intervello non minore di 3  mesi, e nella loro approvazione nella seconda votazione a maggioranza assoluta; la  seconda procedura è analoga alla prima, solo che se nella seconda deliberazione si  raggiunge la maggioranza dei 2/3 non si può dar luogo al referendum  

• Eventuale procedimento referendario: diretto a permettere l’eventuale celebrazione del referendum approvativi (o costituzionale): in questo caso la pubblicazione non determina  l’entrata in vigore della legge ma assolve ad una mera funzione di conoscibilità  (pubblicazione anomala). La votazione, indetta con decreto del Presidente della  Repubblica, avviene a suffragio universale con voto diretto, libero e segreto, e per tale  referendum non è previsto alcun quorum. Se alla riporta la maggioranza dei voti validi,  esso si intende approvato e il Presidente della Repubblica procede alla sua  promulgazione; se trascorrono i 3 mesi senza che sia stata presentata richiesta di  referendum, il progetto si consolida come legge tutti gli effetti  

• Fase integrativa dell’efficacia: in essa rientrano la promulgazione presidenziale della  legge costituzionale e la pubblicazione della stessa

21 febbraio 2013 18:59
Voto positivo
0%
Voto negativo
0%

ASKuola non valuta nè garantisce l'accuratezza dei contenuti inviati dagli utenti. Leggi le Condizioni di Utilizzo del Servizio

.